Beatrice Fazi apre i festeggiamenti per Santa Barbara

È stata una bellissima mattinata quella vissuta dagli studenti reatini con Beatrice Fazi, volto di Melina nella fiction “Un medico in famiglia”, a Rieti per presentare il libro “Un cuore nuovo. Dal male di vivere alla gioia della fede”.

La mattinata, promossa dalla Confraternita di Misericordia e dal Gruppo Donatori di Sangue Fratres, e inclusa nel cartellone eventi di Santa Barbara nel Mondo, ha visto l’attrice raccontare il suo incontro con Gesù e la conversione religiosa che l’ha salvata da un profondo stato di disordine emotivo e alimentare, anche a seguito di un aborto praticato a vent’anni.

«Una storia – ha spiegato – che sicuramente mi ha fatto capire che è necessario chiedere un cuore nuovo, che sappia amare, soprattutto perché credo che il dolore più grande, quando raggiungi una certa età, una certa consapevolezza di te, sia il fatto di comprendere che tu per prima non sei capace di amare, e dunque non puoi pretendere di essere amata dagli altri se per prima non riesci a dare questo amore».

A dialogare con Beatrice Fazi ed i ragazzi c’era anche il vescovo emerito di Viterbo, mons. Lorenzo Chiarinelli, che ha saputo entrare nel profondo dei temi esposti nell’opera letteraria, ed accompagnare i giovani ad un più consapevole approccio alla dimensione di fede proposta dall’attrice. Di particolare attualità, il rifermento che mons. Chiarinelli ha fatto al giubileo della Misericordia e all’apertura della porta santa, ricordando che il vero giubileo, la vera porta da aprire, è quella del cuore di ciascuno. Per l’appunto “Un cuore nuovo”.

La mattinata è stata aperta da un concerto per pianoforte e flauto a cura di Paolo Paniconi e Sandro Sacco.

Foto di Massimo Renzi.

Rispondi