Comune di Rieti

Autoelettrica: il Comune di Rieti e Enel X insieme per lo sviluppo della mobilità sostenibile

Incentivare la mobilità sostenibile cittadina e favorire la creazione di percorsi turistici a zero emissioni è l’obiettivo del protocollo d’intesa siglato fra l’amministrazione comunale di Rieti e la società Enel X, l’Unità del Gruppo Enel dedicata allo sviluppo di prodotti innovativi e soluzioni digitali, e che prevede l’installazione di 40 colonnine di ricarica per veicoli elettrici.

Incentivare la mobilità sostenibile cittadina e favorire la creazione di percorsi turistici a zero emissioni è l’obiettivo del protocollo d’intesa siglato fra l’amministrazione comunale di Rieti e la società Enel X, l’Unità del Gruppo Enel dedicata allo sviluppo di prodotti innovativi e soluzioni digitali, e che prevede l’installazione di 40 colonnine di ricarica per veicoli elettrici.

Il progetto – presentato questa mattina nella Sala Comunale di Rieti dai rappresentanti del Comune, Elisa Masotti, Assessore all’Innovazione Tecnologica, Digitalizzazione Pa e Claudio Valentini, Assessore all’Ambiente, dai rappresentanti di Enel X Emanuela Cirillo e dalla rappresentante degli Affari Istituzionali di Enel, Ornella Ferrini – prevede che Enel X si occupi della realizzazione e della gestione di una rete di ricarica elettrica nell’area e che il Comune si impegni a riservare degli appositi stalli per la sosta delle automobili e dei motocicli elettrici in carica, a individuare le aree idonee e a renderle disponibili.

L’iniziativa rientra nell’impegno quinquennale dell’azienda energetica per l’installazione di 14.000 colonnine in Italia entro il 2022. Il piano nazionale di Enel prevede una copertura capillare ed è aperto a tutti coloro (enti pubblici e/o privati) che intendono collaborare per la crescita della mobilità elettrica in Italia. Per la realizzazione del piano, oltre alla pubblica amministrazione, sono stati coinvolti anche attori privati proponendo l’installazione di infrastrutture presso i centri commerciali o siglando accordi con i car manufacturers.

«Siamo orgogliosi della stretta collaborazione con il Comune di Rieti – ha commentato Emanuela Cirillo di Enel X – che ha permesso di fare un ulteriore e significativo passo avanti per la realizzazione di una rete di ricarica sempre più accessibile ed efficiente. Una rete infrastrutturale di ricarica estesa rappresenta una leva importante per contribuire allo sviluppo del territorio, migliorandone la qualità dell’offerta con una notevole riduzione dell’inquinamento acustico e atmosferico. Proseguiamo con il nostro programma che, grazie alla stretta collaborazione con le pubbliche amministrazioni, sta rendendo la mobilità elettrica a zero emissioni una realtà per il nostro Paese».

«Il futuro chiama e il Comune di Rieti risponde. La città inizia finalmente a innovarsi incentivando la mobilità elettrica grazie all’installazione di 40 infrastrutture intelligenti di ricarica distribuite non solo nell’aggregato urbano cittadino ma anche in periferia e nelle frazioni – ha dichiarato l’Assessore Elisa Masotti – Abbiamo conseguito, a costo zero per le casse comunali, un risultato che ci rende orgogliosi per aver posto Rieti tra le città italiane dotate del maggior numero di colonnine di ricarica per veicoli elettrici. In relazione ai dati regionali, in particolare, siamo in testa alla classifica delle città del Lazio, subito dopo la Capitale. Il progetto innovativo ed ecosostenibile è una scommessa importante che contribuirà a rendere il capoluogo sabino città green e a migliorare l’accoglienza turistica di quanti, già in Europa, si spostano con veicoli elettriche».

«Quella di oggi è l’ultima fase di un percorso avviato fin dal primo giorno della nostra Amministrazione – aggiunge l’Assessore Claudio Valentini – teso a incentivare e sensibilizzare la popolazione verso la mobilità elettrica. Abbiamo aderito alla Carta Metropolitana per l’Elettromobilità, adottando una delibera che consente l’accesso alla Ztl e il parcheggio gratuito alle auto elettriche e ibride, e ora questo ulteriore passaggio con Enel X aggiunge un altro tassello a questo percorso. Continueremo a perseguire l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini su queste tematiche, per contribuire alla riduzione delle emissioni in atmosfera come previsto prima dal Protocollo di Kyoto e poi dagli accordi di Parigi».

Rispondi