Auto e Ztl: per quella elettrica accesso libero e sosta gratuita

Il Comune di Rieti ha infatti aderito alla Carta metropolitana sull’elettromobilità. I veicoli elettrici potranno sostare gratuitamente anche negli stalli di sosta a pagamento e godranno dell’accesso libero e gratuito nella ztl.

La sottoscrizione del documento porta l’amministrazione comunale a condividere cinque linee di intervento per la diffusione della mobilità elettrica in ambito urbano. Così le spiega l’assessore all’Ambiente, Claudio Valentini: «offrire al consumatore valide motivazioni per il cambiamento culturale; accelerare lo sviluppo di una rete di ricarica accessibile al pubblico; ampliare la possibilità di ricarica negli immobili residenziali e aziendali; dare un forte impulso allo sharing (bici/auto/moto) con mezzi elettrici; stimolare l’introduzione di mezzi elettrici nei segmenti di mobilità con maggior efficacia e praticabilità».

L’idea è quella di compiere alcuni passi verso una «Rieti smart city» puntando sulla mobilità elettrica. Una scelta positiva se guarda alla riduzione delle emissioni inquinanti in città, meno se l’obiettivo è quello di ridurre il traffico. Anche dotate di motore elettrico, le auto fagocitano lo spazio pubblico. E non solo in movimento: marciapiedi, piazze e vicoli, anche in centro, sono invasi da auto parcheggiate che vengono utilizzate solamente per un’ora al giorno.

Un risultato più interessante sarebbe quello di decongestionare la città dalle auto, privilegiando il trasporto pubblico a dispetto di quello privato e incoraggiando la mobilità leggera che viene garantita, ad esempio, dalla bicicletta. Le colonnine tristemente vuote e abbandonate del bike sharing, purtroppo, da questo punto di vista è molto incoraggiante. L’iniziativa del Comune dimostra però l’interesse dell’Amministrazione per il problema ecologico e lascia spazio alla speranza di poter migliorare.

Rispondi