Author: Rino Farda

Internet a due velocità: preoccupa il silenzio dei Giganti

La posta in gioco non è banale. La velocità della rete condiziona il modo stesso di comprare oggetti di consumo e di avere informazioni. Centinaia di milioni di persone in tutto il mondo ormai utilizzano il web per una parte sempre più rivelante delle proprie abitudini quotidiane. La contrarietà di Obama dovrà confrontarsi con gli interessi dei grandi gruppi, a partire da Google e Facebook. … Continua a leggere Internet a due velocità: preoccupa il silenzio dei Giganti »

Tv su Internet: Facebook straccia YouTube

Già a maggio la Rai, seguendo l’esempio di Mediaset, aveva interrotto i propri rapporti con YouTube e aveva cancellato tutti i “canali” e i video che erano stati caricati sulla piattaforma di Google. Adesso molto probabilmente dovranno cominciare ad occuparsi anche di Facebook. Il tema è spinoso e riguarda proprio il bacino generazionale del pubblico della tv di Stato, non solo i giovanissimi. Il business … Continua a leggere Tv su Internet: Facebook straccia YouTube »

I buoi scappati di Google

Non convince la decisione di modificare gli algoritmi contro i siti pirata Google sta vivendo un momento di crisi di identità. Nonostante che gli affari del più potente motore di ricerca del mondo non siano mai stati così floridi, la strategia di comunicazione del colosso inventato da Sergey Brin e Larry Page comincia a dare visibili segni di stanchezza (e anche di confusione). Con un … Continua a leggere I buoi scappati di Google »

La versione di Grisham sulla pedopornografia

Le dichiarazioni dello scrittore americano a difesa dei consumatori occasionali via Internet hanno fatto il giro del mondo e sollevato un’ondata di indignazione. Le sue parole, poi ritrattate, nascondono il tentativo di cambiare la legge e di attenuare le sanzioni. Era successo anche in Italia, alcuni anni fa. Meglio alzare la guardia. Diceva Liliana Cavani che pecchiamo più per le parole dette che per il … Continua a leggere La versione di Grisham sulla pedopornografia »

Troppi intellettuali tristi

Vedi lo sguardo di certo cinema italiano, mentre il Paese prova a reagire C’è un’Italia che aspira all’Oscar. C’è poi un’Italia che l’Oscar lo ha già vinto. Alla prossima edizione degli Academy Award a Hollywood, per il nostro paese è stato candidato “Il capitale umano” di Paolo Virzì con Valeria Bruni Tedeschi, Fabrizio Bentivoglio, Valeria Golino, Fabrizio Gifuni e Luigi Lo Cascio. Si tratta di … Continua a leggere Troppi intellettuali tristi »

Scontro Merkel-Google questione di democrazia

La richiesta tedesca di rendere pubblica la formula (l’algoritmo) che fa funzionare il motore di ricerca è stata immediatamente respinta dal gigante di Internet. Ma le domande restano: può un’azienda guidata da due sole persone porsi al di sopra della legge di un Paese sovrano? In altre parole, un’azienda privata può diventare più potente dei governi nazionali legittimamente eletti? È la madre di tutte le … Continua a leggere Scontro Merkel-Google questione di democrazia »

Se i terroristi dettano la scaletta dei telegiornali

Il giornalismo televisivo non ha ancora imparato la durissima lezione dell’11 settembre. Il pubblico televisivo rimane affascinato dalle sequenze girate, con i telefonini, da ragazzini poco più che analfabeti nei deserti più lontani del mondo. Come le immagini oscene del linciaggio di Gheddafi o come i terribili video delle decapitazioni selvagge messe in scena dall’Isis. Il terrorismo riesce, purtroppo, ad usare i mezzi di informazione … Continua a leggere Se i terroristi dettano la scaletta dei telegiornali »

I dolori della fiction

La parabola del “Roma Fiction fest”, con le sue polemiche, è emblematica Fra gli addetti ai lavori è stato già ribattezzato il Festival della Fiction dei rimbambiti. L’ottava edizione del “Roma Fiction Fest” si svolgerà a Roma fino al 19 settembre (è stato inaugurato il 13 settembre). Sono molti gli ospiti previsti e la programmazione è ricca di titoli provenienti dagli Usa. La fase di … Continua a leggere I dolori della fiction »

Per i testi pubblicati da Wikipedia nessun responsabile

La decisione assunta dai giudici romani finirà per influenzare anche il principio di responsabilità di altri colossi del web come Google (e Youtube), Facebook e Twitter. Una gigantesca massa di dati e di informazioni completamente fuori controllo, mentre il giornalismo tradizionale è gravato da molte sentenze a sfavore nelle cause di diffamazione “a mezzo stampa”. Wikipedia, se guadagnasse un centesimo a clic, potrebbe raccogliere più … Continua a leggere Per i testi pubblicati da Wikipedia nessun responsabile »

Foto sui “social” parte dagli Usa il “Baby blackout”

Cresce il numero dei genitori che decidono di non condividere le foto dei propri figli. Sta crescendo una nuova consapevolezza nei confronti dei minori che, una volta cresciuti, un giorno potrebbero non gradire la diffusione di immagini relative alla propria infanzia. Un dibattito pubblico che segna una svolta su un approccio relazionale spesso troppo superficiale. I genitori stanno cambiando idea sulle foto dei figli pubblicate … Continua a leggere Foto sui “social” parte dagli Usa il “Baby blackout” »

Stiamo già scrivendo (nella Rete) la nostra autobiografia

Si calcola che nel mondo intero, negli ultimi 12 mesi, gli account “abbandonati” a causa della morte del titolare siano diversi milioni. Un gigantesco giardino digitale dove le lapidi funerarie sono costruite con tutti i “post”, “like”, “tweet”. Il rischio di essere ricordati per tutte le nostre banalità. Il “qui e ora” e il “taglia e incolla” prenderanno il sopravvento sul ricordo ricostruito e mediato. … Continua a leggere Stiamo già scrivendo (nella Rete) la nostra autobiografia »

Se il male appare invincibile

Accade con “Gomorra”, ormai anche un caso giudiziario. Troppa contiguità. Si tratta di una commedia amara, anzi di una “Gommedia”, quella che sta coinvolgendo alcuni dei produttori esecutivi della serie tv “Gomorra” prodotta da Cattleya, Fandango e Sky. Secondo le indagini della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli il boss camorrista Francesco Gallo ha costretto il location manager della società di produzione della serie, Gennaro Aquino, … Continua a leggere Se il male appare invincibile »

Il “senso” della Rai

In questa stagione di riforma, si dovrebbe parlare innanzitutto di contenuti La Rai è il soggetto di una licenza di “servizio pubblico”. Lo Stato riconosce alla Rai una funzione di “pubblica” utilità e, per questo motivo, chiede ai cittadini di pagare un canone annuale di abbonamento destinato a coprire una gran parte delle spese di funzionamento e di produzione. Questa licenza dovrà essere rinnovata entro … Continua a leggere Il “senso” della Rai »

Troppi “faraoni” in tv

Per rispetto di chi fa fatica, vanno ridimensionati i compensi delle star Moralisti con la pancia piena. Il destino delle star tv (dirigenti, attori e giornalisti) è segnato ma non se ne sono ancora accorti. La Rai, alla fine, ha rinunciato all’idea dello sciopero. Di fronte ad un Paese in forte recessione e con una disoccupazione da record, la manifestazione con i Suv o con … Continua a leggere Troppi “faraoni” in tv »

Informazione: il digitale richiede creatività

Il mondo del giornalismo online non è mai stato così in confusione come in questo periodo. Nel Regno Unito e negli Usa si moltiplicano i tentativi dei colossi dell’informazione per governare l’innovazione. A cominciare da Donald Graham. Dopo aver venduto il “Washington Post” a Jeff Bezos (fondatore di Amazon), Graham era sparito dalla circolazione. “Donald Graham’s heart is broken”, ha il cuore spezzato per la … Continua a leggere Informazione: il digitale richiede creatività »

La televisione italiana dovrà fare i conti con il ciclone “Netflix”

Il più grande distributore di tv in “streaming” che esista al mondo si affaccia in Italia. Ha più di 50mila titoli in catalogo e 40 milioni di utenti. Il costo dell’abbonamento è sotto i 10 euro al mese, non prevede l’utilizzo di decoder e per scegliere un film basta la sola connessione a Internet Non c’è pace per le abitudini televisive degli italiani. In poco … Continua a leggere La televisione italiana dovrà fare i conti con il ciclone “Netflix” »

Se il web scopre la carità

Da Facebook e Google fari puntati sul mondo “non profit” La costellazione del “non profit” è diventata la prossima frontiera dell’espansione del web e dei social network. I grandi protagonisti delle tecnologie della comunicazione stanno affilando le armi per la nuova guerra di Internet e in tutto il mondo crescono gli investimenti nelle start up informatiche che si occupano di charity e di organizzazioni non … Continua a leggere Se il web scopre la carità »

Ottimismo: urge agli italiani, frenano i media?

televisione

L’industria dell’intrattenimento potrebbe fare moltissimo, ma è frenata… Il lieto fine non piace agli italiani. Non solo al cinema. Lo ha rivelato il professore Armando Fumagalli dell’Università Cattolica di Milano, uno dei massimi esperti italiani di cinema e tv. Durante la presentazione del suo libro “Creatività al potere. Da Hollywood alla Pixar, passando per l’Italia”, (clicca qui) ha spiegato che ad affliggere il cinema italiano … Continua a leggere Ottimismo: urge agli italiani, frenano i media? »