Author: Norma Manfredi

Cultura

Senza cultura non si va da nessuna parte. Intenso l’incontro con Sgarbi al Museo Archeologico Cicolano

Al Museo Archeologico Cicolano, il critico d'arte Vittorio Sgarbi ha tenuto una lectio magistralis che ha spaziato dai temi dell’arte, della cronaca, dell’attualità per giungere all’argomento che da sempre gli sta più a cuore: la situazione culturale italiana

Al Museo Archeologico Cicolano, il critico d’arte Vittorio Sgarbi ha tenuto una lectio magistralis che ha spaziato dai temi dell’arte, della cronaca, dell’attualità per giungere all’argomento che da sempre gli sta più a cuore: la situazione culturale italiana

Ricostruzione

Ricostruzione, parla il Commissario: «ora bisogna accelerare»

Incontro a tutto tondo con il nuovo Commissario Straordinario per la Ricostruzione a pochi giorni dalla nomina. E dall’ascolto della popolazione emerge l’esigenza di fare presto e bene

Incontro a tutto tondo con il nuovo Commissario Straordinario per la Ricostruzione a pochi giorni dalla nomina. E dall’ascolto della popolazione emerge l’esigenza di fare presto e bene

Dentro la Tv

L’Illusione della realtà monitorata. Il buco della serratura dei reality show

Il fenomeno dei reality show prosegue ad impazzare sul piccolo schermo. Quello che sembrava un meccanismo televisivo destinato a scemare nel tempo di una stagione miete ancora grandi risultati in termini di ascolti, con un pubblico ormai affezionato e anche tendenzialmente trasversale.

Il fenomeno dei reality show prosegue ad impazzare sul piccolo schermo. Quello che sembrava un meccanismo televisivo destinato a scemare nel tempo di una stagione miete ancora grandi risultati in termini di ascolti, con un pubblico ormai affezionato e anche tendenzialmente trasversale.

Piccolo schermo

Domenica pomeriggio in Tv: il pubblico premia la Venier

Quella della domenica pomeriggio è sempre stata una delle sfide più difficili della televisione italiana, semplicemente perché quello della festa non è un pomeriggio qualunque, c’è chi va e chi viene, chi poltrisce sul divano, chi dialoga con i parenti tenendo il televisore acceso “per compagnia”...

Quella della domenica pomeriggio è sempre stata una delle sfide più difficili della televisione italiana, semplicemente perché quello della festa non è un pomeriggio qualunque, c’è chi va e chi viene, chi poltrisce sul divano, chi dialoga con i parenti tenendo il televisore acceso “per compagnia”…

Valle del Primo Presepe

Dettagli artigianali per raccontare la Natività

Alla scoperta del lavoro della Nicla Presepi, il laboratorio conosciuto in tutta Europa che sta realizzando i costumi per le statue del grande presepe che sarà installato sotto gli archi del vescovado. L’opera in corso di realizzazione vede il maestro Francesco Artese impegnato nel ricreare i luoghi francescani in cui il presepe ha avuto origine e dunque riprodurrà moltissimi dettagli architettonici colti durante accurate osservazioni di Greccio e Rieti

Alla scoperta del lavoro della Nicla Presepi, il laboratorio conosciuto in tutta Europa che sta realizzando i costumi per le statue del grande presepe che sarà installato sotto gli archi del vescovado. L’opera in corso di realizzazione vede il maestro Francesco Artese impegnato nel ricreare i luoghi francescani in cui il presepe ha avuto origine e dunque riprodurrà moltissimi dettagli architettonici colti durante accurate osservazioni di Greccio e Rieti

Don Gottardo festeggia 50 anni di sacerdozio: «ricomincerei da capo!»

Mons Gottardo Patacchiola, parroco di Cantalice, ha attraversato cinquant’anni di storia della Chiesa italiana e locale: come sacerdote e come cerimoniere vescovile. Ordinato il 17 marzo del 1968, ha potuto confrontarsi con tre papi, sei vescovi, un concilio, le storie di vita di qualche migliaio di parrocchiani, attraversando cambiamenti e avvenimenti tenendo sempre fede al Vangelo e portando nel cuore l’esempio degli amati santi del territorio

La preghiera laica dei Madonnari nella Valle del Primo Presepe

«Sono i miei ragazzi, quanti ne ho accolti e quanti addirittura ne ho salvati, di quelli che avevano preso una brutta strada, magari facendosi incantare dalla droga». A parlare è Gabriella Romani, decana ed anima dei Madonnari di Curtatone. Anche lei, come molti altri colleghi, è arrivata a Rieti per il contest di pittura dedicato alla reinterpretazione del presepe francescano nell’ambito del progetto “La Valle … Continua a leggere La preghiera laica dei Madonnari nella Valle del Primo Presepe »

Una passione reatina: nella grotta più oscura nasce la luce

In dialogo con Riccardo Costantini, presepista reatino autore del presepe allestito nella sala mostre del comune, al piano terra del municipio, nell’ambito della “Valle del Primo Presepe”.

In dialogo con Riccardo Costantini, presepista reatino autore del presepe allestito nella sala mostre del comune, al piano terra del municipio, nell’ambito della “Valle del Primo Presepe”.

Il cappuccino padre Franco: «Il mal d’Africa? Esiste davvero!»

L’occasione della Giornata Missionaria Mondiale è sembrata quella giusta per conoscere padre Franco Nicolai, cappuccino nel convento di Colle San Mauro, appena fuori le mura di Porta d’Arce, portato dalla propria vocazione a vivere all’incirca quarant’anni in Africa, in Madacascar prima e poi nella Repubblica del Congo: «Ognuno ha il suo posto, il mio era quello».

A un anno dalla visita: quel giorno che venne il Papa…

«Una visita durante la quale ha cercato il contatto con le persone, giovani e vecchi, quelle chiamate all’incontro tra generazioni per trovare insieme le strade per ricostruire materialmente e moralmente le loro comunità. La sua preghiera e la sua attenzione a questa tragedia per noi rappresenta un valore aggiunto che tornerà a beneficio di tutti». Così il vescovo Domenico commentava la visita di Papa Francesco a Amatrice e Accumoli. A un anno di distanza abbiamo raccolto le emozionate testimonianze degli ospiti della Rsa di Borbona, che con il Santo Padre quel giorno condivisero il pranzo

Una visita durante la quale ha cercato il contatto con le persone, giovani e vecchi, quelle chiamate all’incontro tra generazioni per trovare insieme le strade della ricostruzione.

Un ponte di amicizia da Bergamo a Amatrice

La scuola «Cittadini» di Ponte San Pietro (Bergamo) ha consegnato al vescovo Domenico 20 mila euro raccolti in favore di Amatrice con una mostra di disegni. Un maestro e 6 genitori sono stati nel centro colpito dal sisma per portare personalmente i frutti del loro gesto di solidarietà e amicizia

La scuola «Cittadini» di Ponte San Pietro (Bergamo) ha consegnato al vescovo Domenico 20 mila euro raccolti in favore di Amatrice con una mostra di disegni.