Author: Ileana Tozzi

About Ileana Tozzi

Dirigente Scolastico a Rieti, è Direttore del Museo Diocesano.

Se n’è andato Loris Brucchietti: l’ultimo saluto a un «erudito di provincia»

Schivo, ombroso e taciturno, con il suo fare scostante era quasi un personaggio Loris Brucchietti, habitué della piazza quando la piazza era viva, attraversata dapprima a passo svelto, poi sempre più lentamente, con qualche suo amato cane al guinzaglio. Era difficile scambiare con lui anche il saluto. Eppure, qualcosa da dire l’aveva: lo rivelano i suoi rari saggi di storia cittadina, con cui aveva contribuito … Continua a leggere Se n’è andato Loris Brucchietti: l’ultimo saluto a un «erudito di provincia» »

Verso l’Incontro pastorale: Confessare. Il messaggio di fede dei martiri

Il terzo verbo, confessare, non evoca soltanto il sacramento della riconciliazione ma descrive e definisce i confessori della fede, i testimoni che, affrontando il martirio, hanno dimostrato la loro fedeltà a Cristo ed alla Chiesa: non più e non solo i cristiani delle catacombe, non più e non solo i missionari in terre esotiche e remote, esposti alla violenza dei selvaggi più restii ad accogliere … Continua a leggere Verso l’Incontro pastorale: Confessare. Il messaggio di fede dei martiri »

Verso l’Incontro Pastorale: Camminare. Come Giuseppe

La riflessione ispirata al primo verbo, camminare, si nutre delle pagine del Vangelo che narrano la Fuga in Egitto. Dopo aver adorato il Bambino Gesù onorandolo con i doni simbolici dell’oro, dell’incenso, della mirra, i Magi tornarono in Oriente senza riferire ad Erode l’esito del loro straordinario incontro. Ciò non bastò ad evitare la strage degli Innocenti né a mettere al riparo la Sacra Famiglia … Continua a leggere Verso l’Incontro Pastorale: Camminare. Come Giuseppe »

Verso l’Incontro pastorale: Camminare. La tradizione del pellegrinaggio

Un modo antico di camminare, attualmente rivitalizzato nel tracciato dei cammini di fede, è il pellegrinaggio vissuto durante i secoli del medioevo con particolare intensità da chi spesso a rischio dell’incolumità fisica tentava di raggiungere la Terrasanta. L’indizione giubilare da parte di Bonifacio VIII intercettò il sincero bisogno di testimonianza che animava i pellegrini indicando la città di Roma come meta più sicura per compiere … Continua a leggere Verso l’Incontro pastorale: Camminare. La tradizione del pellegrinaggio »

Monitoraggio antisismico del campanile della Cattedrale di Rieti

Si è svolto venerdì 15 luglio a Roma presso la sede dell’Enea il 2° Workshop di presentazione dei risultati del primo anno di attività del Progetto Cobra per lo sviluppo e la diffusione di metodi, tecnologie e strumenti avanzati per la conservazione dei beni culturali mediante l’applicazione di radiazioni e i tecnologie abilitanti. L’incontro, coordinato dalla dott. Roberta Fantoni, è stato incentrato sulla presentazione dello stato della ricerca attraverso l’implementazione … Continua a leggere Monitoraggio antisismico del campanile della Cattedrale di Rieti »

Verso l’Incontro pastorale: Camminare, quante immagini ci suggerisce il primo verbo!

Tre verbi, dunque tre azioni sostanziano l’Incontro pastorale di settembre: si tratta di azioni concrete, sostenute da un intendimento chiaro, orientate verso una meta. Nei secoli passati, la funzione divulgativa affidata oggi ai mezzi di comunicazione di massa sarebbe stata assolta attraverso la parola e l’immagine. E proprio l’immagine rischia di essere considerata riduttivamente nella sua dimensione di bene culturale materiale inventariato, schedato, salvaguardato, ammirato … Continua a leggere Verso l’Incontro pastorale: Camminare, quante immagini ci suggerisce il primo verbo! »

Gli scavi rivelano l’antica «Reate»

Pubblicato il volumetto sui lavori effettuati nella necropoli di Campo Reatino, rinvenuta in un terreno della diocesi. Una giornata di studi del Rotary sulle ricerche che hanno portato alla luce importanti testimonianze e interessanti reperti di era protostorica A cinque anni dall’avvio della campagna di scavo sistematico della necropoli protostorica di Campo Reatino in un terreno di proprietà della diocesi liberalmente messo a disposizione da monsignor … Continua a leggere Gli scavi rivelano l’antica «Reate» »

La “Conversione di San Martino” di Vincenzo Manenti

Una eloquente esortazione alla misericordia è suggerita dalla decorazione della parete di destra, nella cappella di San Giuseppe, fino alla metà del XIX secolo intitolata all’Angelo Custode. Nella quarta decade del XVII secolo, l’ampio riquadro è utilizzato da Vincenzo Manenti per celebrare la memoria di San Martino, nato intorno al 317 in Pannonia nella colonia romana di Claudia Sabaria, convertito al cristianesimo ed eletto vescovo … Continua a leggere La “Conversione di San Martino” di Vincenzo Manenti »

Nuova collocazione per la statua di San Francesco: monumento o insegna?

Per quasi novant’anni, il monumento a san Francesco ha rappresentato un elemento identitario per la città grazie alla sensibile interpretazione dello scultore Cristo Giordano Nicoletti che affidò ad un sonetto l’anelito della sua ispirazione: «O San Francesco sol di luce vera/ ch’illuminasti ogni creatura/ accogli questa povera preghiera/ Sii benigno ancor con la scultura/ mostrami il tuo sorriso tal qual era/ sì che ne splenda … Continua a leggere Nuova collocazione per la statua di San Francesco: monumento o insegna? »

La cappella di san Vincenzo Ferrer e della beata Colomba

Durante il Giubileo straordinario della misericordia, papa Francesco esorta tutti noi alla conversione del cuore, testimoniata attraverso le opere. Espressione sublime di Dio, anche la misericordia, come la bellezza secondo Sant’Agostino, è tanto antica e sempre nuova: e proprio nelle espressioni dell’arte sacra si è manifestata nel corso dei secoli così da essere motivo di meditazione ed esempio di comportamento per i fedeli. Nelle nostre … Continua a leggere La cappella di san Vincenzo Ferrer e della beata Colomba »

La cattedra e il pastorale in continuità

La liturgia festosa e solenne dell’ordinazione di monsignor Pompili si è compiuta senza soluzione di continuità con l’insediamento sulla cattedra, che insieme con il pastorale è simbolo del mandato episcopale che si manifesta nella guida e l’insegnamento dottrinale. La nuova sede presidenziale del Duomo reatino è stata realizzata nel 2012 dallo scultore Genti Tavanxiu, giovane e capace artista albanese che ha contribuito in passato anche … Continua a leggere La cattedra e il pastorale in continuità »

Un Pastore attento ai beni culturali

Mentre cresce, in città e nel territorio diocesano, l’attesa per il prossimo arrivo di monsignor Domenico Pompili, con la sobria dedizione che abbiamo imparato a conoscere e ad apprezzare durante il lungo episcopato monsignor Delio Lucarelli continua a garantire la sua presenza nei paesi dell’Appennino dove durante l’estate si rinnovano le tradizioni legate alla devozione ai santi patroni, accanto ai malati ricoverati in ospedale, ai … Continua a leggere Un Pastore attento ai beni culturali »

Auguri per i novant’anni del duca Piergentile Varano

Nei giorni scorsi il duca Piergentile Varano, che annoveriamo tra i nostri più fedeli lettori, ha varcato la soglia dei novant’anni: un traguardo importante, festeggiato nell’intimità degli affetti familiari, che merita l’omaggio e l’augurio dei tanti che conoscono ed apprezzano questo anziano, distinto signore che ha saputo fare della discrezione e del riserbo il tratto distintivo della sua lunga esistenza. Eppure, avrebbe tanto da vantare … Continua a leggere Auguri per i novant’anni del duca Piergentile Varano »

In ricordo di Giancarlo Giovannelli

Libera me, Domine, de improvisa morte: così nei secoli andati i credenti invocavano il Signore affinché concedesse loro il tempo necessario a congedarsi dal mondo degli affetti e dei legami terreni. Nel mondo d’oggi, in cui si nasce e si muore soli, in ambienti riservati ed ovattati, il senso comune induce ad augurarsi una morte rapida e indolore, senza interrogarsi né preoccuparsi del cammino interiore … Continua a leggere In ricordo di Giancarlo Giovannelli »

I volti di Maria

La figura della Vergine Maria rivestì una fondamentale funzione nel lento e graduale processo di cristianizzazione dei territori dell’impero, dopo l’approdo a Roma degli apostoli Pietro e Paolo. Le cattedrali più antiche furono intitolate a Maria, madre di Dio, pietosa intermediaria fra la terra e il cielo: anche la cattedrale reatina, costruita sul perimetro di un tempio pagano, fu dedicata alla Vergine. Ricostruita e fundamentis … Continua a leggere I volti di Maria »

Sull’area attorno al Duomo progetto che lascia perplessi

Il riassetto del sagrato settentrionale del Duomo di Santa Maria previsto nel quadro del Plus ha inizio prima ancora che sia chiuso il cantiere che da alcuni mesi impegna l’area del sagrato orientale e del cosiddetto «orto dei preti», la cui area è stata liberalmente messa a disposizione per la realizzazione di un ascensore che agevoli il collegamento tra l’antica arce e il sottostante rione … Continua a leggere Sull’area attorno al Duomo progetto che lascia perplessi »

Quel terribile sisma di cent’anni fa

Il Vescovo di Rieti Delio Lucarelli ad Avezzano nel ricordo del dramma che nel gennaio 1915 toccò anche il reatino. Cento anni ci separano dal terremoto di Avezzano, che devastò la Marsica ed il Cicolano nel cuore dell’inverno del 1915: un lungo secolo segnato da catastrofi naturali e da guerre, durante il quale gli scenari bellici hanno spaziato tra le profondità degli abissi e le vette delle montagne, … Continua a leggere Quel terribile sisma di cent’anni fa »

“Fraternità!”: un piccolo dono prezioso da mons. Chiarinelli

Un piccolo dono prezioso. Se in questo scorcio dell’anno 2014, esaurita l’euforia consumistica di un recente passato, le festività del Natale ci riservano ancora un tempo ed uno spazio da impegnare nella lettura e nella riflessione il saggio “Fraternità!” appena pubblicato da monsignor Lorenzo Chiarinelli si rivela utilissimo strumento introspettivo. Il titolo, in verità, è più articolato e complesso, quasi a proporre un itinerario di … Continua a leggere “Fraternità!”: un piccolo dono prezioso da mons. Chiarinelli »

La Farmacia Petrini lascia via Roma. C’è da stupirsi?

La notizia del prossimo trasloco della Farmacia Petrini da via Roma all’area di piazza Cavour non ci sorprende, ma certo ci rammarica profondamente. È un ulteriore, tangibile segno dell’inerzia, dell’incuria, del torpore che caratterizzano in negativo la nostra città, aspirante forse a candidarsi al rango di capoluogo dei Lotofagi di omerica memoria. Già da decenni, rimaneva ben poco dell’arredo neoclassico ideato dallo scultore danese Bertel … Continua a leggere La Farmacia Petrini lascia via Roma. C’è da stupirsi? »

Paramenti e indumenti di uso liturgico nella Sagrestia maggiore

I preziosi manufatti, che portano a sintesi l’abilità e la perizia dell’artigianato artistico del tessuto e del ricamo maturato fra il XVII ed il XIX secolo, recano di frequente le insegne dei vescovi per cui furono eseguiti: il cardinale Gregorio Naro, che resse la diocesi fra il 1633 ed il 1634, il cardinale Odoardo Vecchiarelli (1660-1667), il vescovo Ippolito Vincentini (1670-1701), Antonino Serafino Camarda (1724-1754), … Continua a leggere Paramenti e indumenti di uso liturgico nella Sagrestia maggiore »

La croce capitolare

Benché la solennità di Cristo Re sia stata istituita meno di cento anni or sono, ben più antica e ricca è la tradizione iconografica fiorita nel corso di due millenni nella Chiesa Cattolica e nelle Chiese orientali che condividono la scelta di raffigurare il Figlio dell’Uomo nelle sue sembianze corporee. L’11 dicembre 1925, con l’enciclica Quas primas papa Pio XI intitolò a Cristo, Re dell’universo … Continua a leggere La croce capitolare »

La casula tessuta ad arazzo del Museo Diocesano

Il nostro Museo Diocesano custodisce un’opera di straordinario pregio ed originalità: una casula in lana tessuta ad arazzo, ricondotta dagli storici dell’arte che se ne sono occupati alla tradizione dell’artigianato tessile del centro Europa in età rinascimentale, documentata negli inventari capitolari fin dalla metà del Quattrocento. Tessuta interamente ad arazzo con ordito e trama in filato di lana particolarmente sottile, che accentua gli effetti cromatici … Continua a leggere La casula tessuta ad arazzo del Museo Diocesano »

La “Buona Scuola”? Speriamo!

Per la seconda volta in poco più di due settimane si sono radunati a Rieti gli stati generali della scuola: al primo incontro, svoltosi a metà ottobre presso la sede dell’IPSAAR con il dottor Gildo De Angelis, Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, la dottoressa Graziella Del Rosso dirigente dell’Ufficio XIII Ambito Territoriale della Provincia di Rieti e lo staff degli Ispettori Tecnici è seguita nella … Continua a leggere La “Buona Scuola”? Speriamo! »

Il recupero della cappella di San Rocco

La notizia della morte prematura della apprezzata restauratrice Cecilia Gugliandolo non ci coglie di sorpresa, ma ci addolora sinceramente. Da tempo malata, ha combattuto con dignità e tenacia la sua buona battaglia. Vogliamo ricordarla ai lettori di «Frontiera», con umano rimpianto, per la competenza e l’amore manifesti nel suo lavoro, di cui resta testimonianza in cattedrale nella cappella di San Rocco, la seconda a cornu … Continua a leggere Il recupero della cappella di San Rocco »

I volti di Maria

La figura della Vergine Maria rivestì una fondamentale funzione nel lento e graduale processo di cristianizzazione dei territori dell’impero, dopo l’approdo a Roma degli apostoli Pietro e Paolo. Le cattedrali più antiche furono intitolate a Maria, madre di Dio, pietosa intermediaria fra la terra e il cielo: anche la cattedrale reatina, costruita sul perimetro di un tempio pagano, fu dedicata alla Vergine. Ricostruita e fundamentis … Continua a leggere I volti di Maria »

Mons. Camaiani e il battistero di San Giovanni in Fonte

L’aretino Pietro Camaiani (1519 – 1579) aveva intrapreso la sua carriera al servizio di Cosimo I de’ Medici, che nel 1546 gli conferì l’incarico di osservatore delegato a seguire i lavori del Concilio di Trento. Da qui si trasferì un anno più tardi a Bologna, dove conobbe il Cardinale Giovanni Maria del Monte, il futuro pontefice Giulio III. Questi divenne il suo protettore, affidandogli delicate … Continua a leggere Mons. Camaiani e il battistero di San Giovanni in Fonte »

Museo della Diocesi di Rieti: nuove tecnologie per ricerca e conservazione

Il Museo dei beni ecclesiastici della Diocesi di Rieti vanta un cospicuo corpus di sculture lignee provenienti dal territorio della dorsale appenninica, ricco di pregiate essenze utilizzate tra il medioevo e l’età moderna dai tanti ebanisti, dai semplici carpentieri ai più raffinati maestri, di cui non sempre conosciamo l’identità. Una di queste statue, una scultura raffigurante S. Antonio di Padova particolarmente degradata, è stata oggetto … Continua a leggere Museo della Diocesi di Rieti: nuove tecnologie per ricerca e conservazione »