Ater, Cittaducale: consegnati sette appartamenti

Si è svolto questa mattina, presso la sede comunale di Cittaducale, un incontro tra il Sindaco, Roberto Ermini, il Commissario Straordinario dell’Ater della Provincia di Rieti, Eliseo Maggi, il Direttore generale dell’Ater, Amedeo Lauretti, e le sette famiglie di nuovi inquilini assegnatari di un alloggio Ater: a sei nuclei familiari l’alloggio è stato già consegnato, il settimo ne entrerà in possesso nel giro di qualche giorno.

Una giornata importante quella di oggi, che chiude un lungo lavoro condotto in sinergia dall’Ater e dall’Amministrazione comunale, come spiegato dal Sindaco, Roberto Ermini: “Abbiamo recuperato un gap di qualche anno e per questo sono soddisfatto. Devo dare atto al Commissario Maggi di essersi attivato per raggiungere l’importante risultato che, senza la sinergia tra le nostre Amministrazioni, non sarebbe stato possibile. Insieme all’Ater stiamo anche studiando un progetto finalizzato a dare ulteriori risposte al problema dell’emergenza abitativa; un progetto pilota che potrà essere replicato in altri territori della nostra provincia”.

Soddisfatto dell’ennesima consegna anche il Commissario Ater, Eliseo Maggi:

“Ce la stiamo mettendo tutta e i risultati si vedono. Chiedo sempre ai nuovi inquilini la massima collaborazione per il bene di tutti. Loro possono essere certi che troveranno massima disponibilità dall’Ater. I risultati che stiamo conseguendo – da Fara Sabina a Contigliano, passando per Poggio Mirteto e Cittaducale – sono possibili grazie alla indispensabile collaborazione che si è instaurata con gli Enti locali. Come annunciato dal Sindaco, stiamo lavorando anche su altri progetti che, di concerto con Comune e Prefettura, potrebbero permetterci di ampliare il nostro raggio d’azione per rispondere al problema abitativo, in un momento di scarse risorse per l’housing sociale. L’auspicio è di portare a casa risultati anche in questo campo, sarebbe una nuova strada per dare risposte anche a nuove fasce di popolazione che hanno bisogno di noi”.

Rispondi