Amatrice, un’ambulanza della Misericordia per guardare al futuro

La Confraternita di Misericordia di Rieti, grazie al sostegno del gruppo assicurativo Groupama, ha donato un'ambulanza come mezzo di soccorso per la popolazione della zona di Accumoli e Amatrice.

Grazie alla generosa collaborazione di una compagnia assicurativa, la confraternita reatina ha aggiunto all’attività ordinaria un progetto importante da svolgere nell’area di Accumoli e Amatrice

Più che per rispondere all’immediata emergenza, è un modo per guardare al futuro l’ambulanza acquistata dalla Confraternita di Misericordia di Rieti, grazie al sostegno del gruppo assicurativo Groupama, come mezzo di soccorso per la popolazione della zona di Accumoli e Amatrice. L’impegno della confraternita è infatti quello di formare dei giovani del posto perché, in un prossimo domani, possano operare direttamente sul veicolo diventando parte integrante della Misericordia.

L’attenzione della compagnia assicurativa era iniziata nei giorni immediatamente successivi al terremoto: «sono stato contattato dalla direzione Groupama – spiega Andrea Zella, agente generale Groupama del territorio – per sapere se avevo dei clienti in difficoltà. Successivamente è emersa l’idea di un impegno concreto di Groupama attraverso una donazione alla Misericordia di Rieti, quale contributo per acquistare un’ambulanza».

Sono così arrivati nelle casse della fraternità delle importanti somme, frutto di una raccolta fondi interna promossa tra i dipendenti della compagnia assicurativa, alla quale si è aggiunto un cospicuo contributo da parte dell’azienda. Un capitale prontamente investito in un mezzo di soccorso di “Classe A”. Acquistata l’ambulanza e superate le lungaggini burocratiche necessarie alla sua sua messa in servizio, lo scorso 28 aprile è avvenuta ad Amatrice la cerimonia di inaugurazione del mezzo, alla presenza del sindaco Sergio Pirozzi, con la partecipazione del direttore generale di Groupama Assicurazioni, Yuri Narozniak. «Prossimità e impegno sono valori fondamentali di Groupama Assicurazioni che oggi siamo contenti di poter concretizzare con la presenza sul territorio e con un gesto tangibile di solidarietà nei confronti della popolazione colpita dal sisma» ha dichiarato il dirigente al termine dell’evento. A rappresentare la confraternita durante la cerimonia è stato il vice-governatore Roberto De Angelis, che ha confermato l’impegno di tutti i confratelli a tenere viva la presenza sul territorio di Amatrice della Misericordia reatina. Uno sforzo che l’associazione porta avanti dalle ore immediatamente successive al disastro, quando i volontari della confraternita si sono impegnati in prima persona negli interventi di salvataggio delle persone travolte dai crolli.

Un’azione di vicinanza poi spesa a supporto del punto di assistenza sanitaria, allestito in collaborazione con le Misericordie di tutto il Paese.

Rispondi