Amatrice, ActionAid organizza un laboratorio di monitoraggio e azione civica

Si svolgerà il 19 e 20 maggio ad Amatrice il Laboratorio di Monitoraggio e Azione Civica rivolto a cittadini e rappresentanti di associazioni e comitati del cratere del reatino.

Il laboratorio è organizzato da ActionAid con l’obiettivo di attivare percorsi di monitoraggio della ricostruzione nel post-sisma.

La scelta del tema su cui sviluppare i laboratori è avvenuta dopo una lunga fase di ascolto delle realtà locali, che ActionAid ha sostenuto sin dalla prima fase dell’emergenza sismica.

Dopo l’intensa fase di concertazione, è emersa la proposta di concentrare la formazione – oltre che su una parte più generale e propedeutica – sul monitoraggio dei servizi sanitari, un tema che risponde alla necessità più urgenti del territorio.

Il laboratorio ha l’obiettivo di promuovere ed attivare un percorso di trasparenza e monitoraggio civico dei servizi socio-sanitari e assistenziali nelle zone del reatino colpite dal sisma, fornire ai partecipanti conoscenze teoriche e strumenti pratici per il monitoraggio civico, creare un network di soggetti attivi sul territorio per il monitoraggio dei servizi socio-sanitari e assistenziali

L’intervento di ActionAid è cominciato subito dopo le prime scosse del 24 agosto 2016, che hanno duramente colpito il Centro Italia attraverso il progetto Sis.Mi.Co.

Sulla base dell’esperienza maturata in seguito ai terremoti de L’Aquila nel 2009 e in Emilia Romagna nel 2012, l’obiettivo di ActionAid è stato da subito garantire informazione trasparente, ascoltare i bisogni delle comunità e agevolare il dialogo con le istituzioni, nonché monitorare la gestione dell’emergenza e della successiva ricostruzione.

L’intervento di ActionAid è strutturato sui seguenti pilastri: una piattaforma informativa; l’attività con le scuole; il supporto alle comunità e all’associazionismo; percorsi di trasparenza, monitoraggio civico e partecipazione.

Rispondi