Camera di Commercio

Alternanza scuola lavoro: studenti dell’Istituto Magistrale in visita allo Sportello di conciliazione camerale

Si è svolto presso la sede camerale un incontro con gli studenti di tre classi dell'Istituto Magistrale Statale" Elena Principessa di Napoli" di Rieti impegnati nel progetto di Alternanza Scuola Lavoro denominato "Be the Change", promosso dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, nell’ambito del quale è stata prevista la visita ai luoghi della giustizia.

Si è svolto presso la sede camerale un incontro con gli studenti di tre classi dell’Istituto Magistrale Statale” Elena Principessa di Napoli” di Rieti impegnati nel progetto di Alternanza Scuola Lavoro denominato “Be the Change”, promosso dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, nell’ambito del quale è stata prevista la visita ai luoghi della giustizia.

I ragazzi dell’Istituto superiore reatino, accompagnati dagli avvocati Alessandra Tilli, Alessandra Di Loreto, Alessandra Mostarda e Anna Lisa Ciancarelli, referenti del progetto, hanno visitato anche lo Sportello di conciliazione camerale, organismo di mediazione accreditato presso il Ministero della Giustizia, presso il quale vengono gestite le procedure di mediazione civile e commerciale.

Nel corso dell’incontro sono stati illustrati ai ragazzi la storia dell’organismo camerale, le tipologie di conciliazioni gestite negli anni presso la Camera di Commercio e le modalità di svolgimento dell’attività di mediazione, oltre ad essere analizzati i dati relativi alle procedure gestite nel corrente anno in cui si è registrato un leggero aumento della percentuale di raggiungimento di un accordo, soprattutto nelle materie per le quali la mediazione costituisce una condizione di procedibilità dell’azione giudiziaria.

Durante l’incontro è stata dedicata particolare attenzione alla figura del mediatore intesa come “facilitatore” della composizione di una controversia e sono state descritte le tecniche di mediazione da attuare per facilitare il raggiungimento di un accordo tra le parti. I ragazzi hanno anche avuto modo di mettere in pratica le indicazioni fornite e le tecniche descritte in quanto sono stati coinvolti nella simulazione di un caso di mediazione, nel quale si sono impegnati attivamente riuscendo a giungere ad una conciliazione della controversia.

Rispondi