Convegni

“Accumoli, le sue pietre, la sua memoria”: un convegno per recuperare e preservare l’identità culturale

Sabato 14 settembre a partire dalle 15.30 si terrà ad Accumoli, presso la "Sala Accupoli" il convegno “Le pietre e la memoria. Il patrimonio culturale del Comune di Accumoli tra presente e futuro”, incentrato sul patrimonio culturale del territorio flagellato dal sisma del 2016

Sabato 14 settembre a partire dalle 15.30 si terrà ad Accumoli, presso la “Sala Accupoli” il convegno “Le pietre e la memoria. Il patrimonio culturale del Comune di Accumoli tra presente e futuro”, incentrato sul patrimonio culturale del territorio flagellato dal sisma del 2016, organizzato dall’Associazione Radici Accumolesi con il patrocinio del Comune.

Al centro del dibattito le preziose ricchezze storiche e artistiche di Accumoli e delle sue frazioni, che rischiano di andare perse nell’incuria dell’oblio. Interverranno archeologi, storici dell’arte e architetti..

All’iniziativa parteciperanno archeologi, storici dell’arte, restauratori e architetti, con l’obiettivo di dibattere e confrontarsi su una ricchezza storica e artistica che rischia di svanire nel nulla dopo essere stata devastata dalle violente scosse del sisma di 3 anni fa. Il baratro dell’oblio rischia di risucchiare tutto un territorio la cui popolazione si sente abbandonata a se stessa nonostante le continue promesse di ricostruzione. Una ricostruzione di cui si è sentita finora pronunciare la sola parola. E proprio alle parole si affida l’Associazione Radici Accumolesi per cercare di capire come ricucire la trama della memoria di una comunità sempre più lacerata dalle scosse distruttive del 2016.

A sottolineare l’importanza del convegno, oltre alla partecipazione di studiosi dell’Università degli studi La Sapienza di Roma e della Diocesi di Rieti, l’inedita contemporanea presenza tra le macerie dei funzionari della Soprintendenza territoriale, che ancora stanno lavorando a vario titolo, sul patrimonio culturale accumolese.

Dopo l’introduzione di Renzo Colucci, presidente di Radici Accumolesi e del sindaco di Accumoli Franca d’Angelo, si svilupperanno le relazioni degli archeologi Alessandro Betori, Carlo Virili e Massimiliano Gasperini, della restauratrice Federica Di Napoli Rampolla, dello storico dell’arte Giuseppe Cassio, degli architetti Lorenzo Mattone e Tommaso Empler e di don Luigi Aquilini, pro vicario generale del vescovo di Rieti.

I temi andranno dal recupero delle macerie di interesse artistico agli interventi di archeologia preventiva, dalla conservazione del patrimonio storico-artistico alle prospettive di valorizzazione, dalla trasmissione dell’identità culturale alla messa in sicurezza dei beni da parte della Diocesi di Rieti, per finire con le proposte per un Museo del territorio di Accumoli.

Rispondi