Terremoto 2016

Accumoli in cerca di un futuro: lunedì videoconferenza in diretta Facebook

Le associazioni “Radici Accumolesi”, “Accumoli in Marcia a.r.c.s.d” e “Laga Insieme” hanno organizzato per lunedì 1 giugno alle 17.30 una videoconferenza sullo sviluppo economico delle terre del comune reatino distrutto dal terremoto 2016

A quattro anni dal terremoto che ha devastato il suo territorio, Accumoli è ancora in cerca di un futuro possibile. Mentre la ricostruzione è ancora nel limbo progettuale delle intenzioni con le ultime ordinanze – soprattutto quella sulla semplificazione – danno nuove speranze, la comunità cerca di capire quale strada intraprendere per garantirsi un futuro. Per questo le associazioni “Radici Accumolesi”, “Accumoli in Marcia a.r.c.s.d” e “Laga Insieme” hanno organizzato per lunedì 1 giugno alle 17.30 una videoconferenza sullo sviluppo economico delle terre del Comune reatino. Sarà possibile seguire la diretta sulla pagina Facebook di “Accumoli in Marcia” e su Youtube

Oltre al sindaco di Accumoli, Franca D’Angeli, parteciperanno il commissario alla Ricostruzione per il sisma del 2016, Alessandro Legnini e l’assessore alla Regione Lazio alla Ricostruzione e al Lavoro, Claudio Di Berardino. Parteciperanno, fra gli altri, Christian Hanus, Decano dell’Università austriaca di Krems; il professor Tommaso Empler, della Facoltà di Architettura dell’università La Sapienza di Roma; il professor Augusto Ciuffetti, dell’Università di Camerino; Paola Refice, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per Latina, Frosinone e Rieti; Antonio D’Onofrio, presidente della Fondazione Varrone Cassa di Risparmio di Rieti; Alan Risolo, direttore della Coldiretti di Rieti; Enza Bufacchi, direttrice della CNA provinciale e Alessandro Federici, presidente regionale dell’ANA.

Porteranno il loro fondamentale contributo di idee e progetti imprenditori, rappresentanti di categoria, associazioni del terzo settore e associazioni sportive.
“Radici Accumolesi” da tempo si è posta il problema dello sviluppo del suo territorio, in più occasioni assieme a “Accumoli in marcia” e “Laga insieme”, ha cercato di coinvolgere nelle tante manifestazioni, sia le Istituzioni che le aziende del territorio.

«Il 14 aprile di quest’anno era stato organizzato un convegno sull’artigianato tradizionale e sull’impresa artigiana in relazione alla ricostruzione. Purtroppo l’emergenza Covid-19 ha portato al suo annullamento. Fortunatamente in questo periodo economisti e intellettuali hanno alimentato il dibattito sulla necessità di una rinascita delle zone interne del territorio nazionale soprattutto dopo la pandemia che dovrebbe indurre le città a nuovi modelli organizzativi. Tutto ciò potrebbe favorire territori come il nostro. Un motivo in più per spronare le imprese locali a organizzarsi e creare nuovi modelli di produzione e per spingere le istituzioni, a partire dai Comuni, a favorire interventi pubblici e privati negli specifici settori fondamentali per lo sviluppo dell’economia del territorio».

Rispondi