Salute

A Rivudutri iniziativa di prevenzione con Lilt e Asl

“La Prevenzione non ha età, inizia subito a proteggerti": a Rivodutri l'iniziativa di prevenzione portata avanti in simbiosi dall’Associazione provinciale di Rieti della Lilt e della Asl

“La Prevenzione non ha età, inizia subito a proteggerti” questo slogan è alla base dell’iniziativa portata avanti in simbiosi dall’Associazione provinciale di Rieti della Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori) e dell’Asl (Azienda Sanitaria Locale) le cui delegazioni sono state ospitate nell’aula consiliare del Comune di Rivodutri.

Scopo dell’evento la raccolta di prenotazioni per la mammografia, la distribuzione di provette per diagnosi precoce del tumore del colon retto, prenotazioni screening del cervicocarcinoma, informazioni sulla prevenzione primaria e gli organismi di operano in tal senso.

Le delegazioni dell’Asl (dottor Mario Santarelli direttore UOC radioterapia e coordinatore screening, infermiera Annalisa Aureli) e della Lilt (dottor Enrico Zepponi, presidente, Flavio Fosso vicepresidente) sono state accolte dal sindaco Michele Paniconi, dal consigliere comunale, dirigente Lilt Barbara Pelagotti, e da un pubblico, soprattutto femminile, che ha riempito la sala consiliare.

Il sindaco Paniconi, nel salutare gli intervenuti, ha voluto sottolineare l’interesse e la partecipazione della sua Amministrazione a tutte le iniziative volte a coinvolgere le persone nel concetto di prevenzione, anche nel loro stesso interesse.

Il presidente Zepponi ha richiamato l’attenzione dell’uditorio sull’attività della Lilt severamente impegnata nella prevenzione primaria fatta soprattutto di informazione e di medicina preventiva insistendo sulla necessità di superare i limiti di età nell’erogazione delle mammografie e sul coinvolgimento delle donne più giovani attualmente in prima linea nel rischio tumorale. Per quanto riguarda il sesso maschile il Presidente ha informato i presenti della prossima organizzazione, unitamente all’Asl, di un ambulatorio di urologia andrologica per il controllo dello sviluppo sano dei ragazzi in età scolare.

Il dottor Santarelli, che ha sottolineato essere un volontario della Lilt, ha illustrato le iniziative dell’Asl, lettere alle donne per controlli periodici, mammografie, screening, vaccinazioni. In una parola prevenzione.

«Ricordo quello che disse nel corso di un convegno medico a Milano il più grande luminare nella lotta contro il tumore – racconta Santarelli – il professor Veronesi. Le medicine e la chirurgia hanno fatto enormi passi avanti, ma la cura è una sola: la prevenzione».

Infine il vice presidente Flavio Fosso ha parlato degli ambulatori Lilt operanti nella sede di via Salici 65 a Rieti, raggiungibile da tutti facilmente componendo il numero telefonico 0746 268112, nei giorni di linedì, mercoledì e venerdì mattina. Il volontario in sede darà tutte le informazioni del caso.

Al termine degli interventi la maggior parte delle donne del pubblico si è attardata per prenotazioni dei diversi screening e per iscriversi alla Lilt Rieti.

Rispondi