A Rieti, la Pia unione di S. Antonio di Padova ricorda Pier Luigi Mariani

Martedì 22 maggio 2012 alle ore 21 presso il Teatro “Flavio Vespasiano”, la città di Rieti ricorderà il suo più insigne poeta contemporaneo, Pier Luigi Mariani, fondatore del teatro dialettale reatino, prematuramente scomparso il 16 maggio 1952.

A sessant’anni dalla morte, il Suo nome vive ancora nella memoria collettiva dei reatini, grazie all’apporto del Gad “P.L.Mariani”, erede diretto di “Piccola Scena”, ma soprattutto per le Sue opere indimenticabili: “L’amore ‘ncagnarellu” (la prima in assoluto, rappresentata il 9 ottobre 1949 al “Flavio Vespasiano”), “Lu piccaru” (il capolavoro ineguagliato), “Lu cuccumellu” , “Riète mea” (l’atto finale d’amore di PLM per la sua Rieti). Senza dimenticare quelle in lingua che gli valsero numerosi premi letterari, tra i quali il Premio “San Pellegrino” nel 1949.

Per la sera di martedì 22 maggio sul palcoscenico del “Flavio Vespasiano” sarà riproposto “L’amore ‘ncagnarellu” (come accadde il 9 ottobre 1949) affidato al Gad “P. L. Mariani” per la regìa di Mario Travaglini, mentre nella seconda parte dello spettacolo, le poesie e le canzoni di Pier Luigi Mariani s’incontreranno con la musica di Giovanni Marconicchio (amico del poeta e musicista delle opere marianee) e verranno presentate dal coro “Rieti canta”, accompagnato dall’orchestra diretta dal Maestro Lello Micheli che fu nel gruppo di Marconicchio proprio all’epoca di Pier Luigi Mariani.

La serata, a ingresso libero, è organizzata dalla Pia Unione S. Antonio di Padova di Rieti nel quadro delle manifestazioni per il Bicentenario di fondazione, in collaborazione con il Comune di Rieti e il Gad “P. L. Mariani” .

La commemorazione ufficiale di P. L. Mariani sarà affidata al nuovo Sindaco di Rieti, all’Assessore regionale Gabriella Sentinelli e ad Anita Pitoni, a nome degli attori della prima ora che furono diretti proprio da Mariani, tra i quali, oltre alla stessa Anita Pitoni, anche Mario Russi, Domenico Pasquali, Aldo Vella e Alfredo Inches.

Nel corso della serata verranno raccolti fondi da destinarsi alle benemerite attività dell’Unitalsi di Rieti.

Rispondi