Musica

A largo San Giorgio come all’Opera

Il secondo dei concerti d’autunno organizzati dalla Fondazione Varrone in collaborazione con la sede di Rieti del Conservatorio di Santa Cecilia è un omaggio all’opera italiana ed europea di Ottocento e Novecento

Tutti… all’opera, venerdì sera a San Giorgio. Il secondo dei concerti d’autunno organizzati dalla Fondazione Varrone in collaborazione con la sede di Rieti del Conservatorio di Santa Cecilia è un omaggio all’opera italiana ed europea di Ottocento e Novecento, affidato alle voci di Elena Tsarenko (mezzosoprano), Federica Rinaldi (soprano), Elisabetta Rossi (soprano) e Stefano Rossi (tenore), accompagnati al piano dalla professoressa Paola Pisa (pianista, clavicembalista e musicologa). In programma arie dalla Carmen di Bizet, da La Tabernera del puerto di Sorozabal, dal Lakmè di Delibes e dalla Cavalleria rusticana di Mascagni.

Grande spazio anche a Verdi – con arie tratte da I vespri siciliani, Il Trovatore e La Traviata – e a Puccini, con brani dalla Bohème e dalla Tosca. In scena quattro laureandi in Canto nella classe del maestro Alessandro Valentini al Parco della Musica di Villa Battistini, di cui si ricorda il decennale di attività.

Il concerto inizia alle 20,30 e segue quello, applauditissimo, del Santa Cecilia String Quartet (nella foto con la professoressa Cinzia Damiani e il consigliere della Fondazione Varrone Edoardo Antonicoli).

L’ingresso all’ex Chiesa San Giorgio è libero fino ad esaurimento posti.

Rispondi