Religiose

A Corvaro il «Sì» di suor Marie Madeleine

Nella solennità dell’Annunciazione del Signore, durante la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Domenico, suor Marie Madeleine Mupoyi Munkulu Gindela ha pronunciato i suoi voti solenni

È stata la chiesa di San Francesco a Corvaro ad accogliere, il 25 marzo, il definitivo “sì” di una francescana, nel giorno in cui si fa memoria dell’incarnazione di Gesù grazie al “sì” di Maria. Nella solennità dell’Annunciazione del Signore, durante la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Domenico, suor Marie Madeleine Mupoyi Munkulu Gindela ha pronunciato i suoi voti solenni.

«Una grande gioia per la comunità corvarese», ha detto don Josaphat, da novembre guida pastorale del paese nell’alto Cicolano, che a dispetto delle limitazioni da zona rossa ha vissuto il momento con entusiasmo. Il sacerdote congolese è stato infatti lieto di poter accompagnare alla professione perpetua la sua connazionale suor Madeleine, che assieme a lui si trova da qualche mese a svolgere servizio pastorale fra i parrocchiani di Corvaro. Le tre suore – tutte di provenienza africana – della congregazione di origine filippina si sono accasate nella canonica di Santo Stefano, l’attigua frazione, e sono state subito ben accolte dalla gente del posto.

La tappa era stata rinviata da tempo, sperando potesse giungere in Italia dalle Filippine la madre generale della congregazione, ma le difficoltà legate alla sua età assai avanzata, cui si è poi aggiunta la pandemia, non lo hanno consentito. Così, a ricevere la formula di professione è stata delegata la segretaria dell’Usmi reatina, suor Luigina Visini, superiora dell’Istituto Divino Amore. E monsignor Pompili ha impartito la benedizione sulla definitiva consacrazione di questa donna che ha scelto di servire Dio nello spirito di povertà e umiltà tutta mariana e francescana.

Rispondi