27° incontro degli ex alunni del seminario vescovile di Rieti

Ex-Seminaristi

Come ogni anno e per 27 anni, gli ex-alunni del Seminario Vescovile di Rieti, si sono radunati il 25 aprile 2013 presso la “Casa del Buon Pastore” ex-convitto dei Padri Stimmatini.

Sono molti gli ex alunni che hanno difficoltà a riconoscersi, ma dopo un aneddoto e un ricordo del tempo passato insieme, la mente rivive con gioia quei tempi che hanno formato la personalità di ognuno.

All’incontro è intervenuto Mons. Delio Lucarelli, vescovo di Rieti, per il suo puntuale saluto annuale. Ha rappresentato brevemente lo stato del restauro dell’immobile “Seminario Vescovile” di Piazza Oberdan, esponendo i progetti e le iniziative per il futuro utilizzo dell’immobile con lo scopo di farlo rivivere ed apprezzare come negli antichi splendori, immobile dove gli ex alunni hanno trascorso tutta la loro giovinezza.

Don Mario Laureti ha condotto l’incontro proponendo agli intervenuti alcune riflessioni sui nuovi atteggiamenti della Chiesa e sui messaggi che Papa Francesco invia quotidianamente a tutti i cristiani per vivere il Vangelo.

Don Lorenzo Blasetti, Mons. Vincenzo Santori, Saverio Angelini, De Santis Antonio ed altri hanno condiviso le novità della Chiesa ed hanno espresso il loro parere.

Alle 12 sempre nella “Casa del Buon Pastore” è stata concelebrata la S. Messa da Don Mario Laureti (a suo tempo Vice-Rettore del Seminario Vescovile di Rieti), Don Sesto Vulpiani e Don Sante Gatti.

Al termine tutti al bivio di Roccasinibalda presso il ristorante “La Capannaccia” per il pranzo conviviale. Durante il pranzo al ristorante “La Capannaccia”, Mons. Lorenzo Chiarinelli, di ritorno da un impegno in Vaticano, ha raggiunto il gruppo degli ex-alunni, compagni di studi e di giovinezza, per un abbraccio cordiale ed un saluto.

Mons. Chiarinelli ha ricordato i momenti vissuti insieme e le difficoltà che sono state superate con la collaborazione e l’aiuto che ognuno dava all’altro. Ha elogiato tutti gli alunni per questo incontro annuale, positivo e propositivo, anche e soprattutto per la partecipazione di diversi sacerdoti della diocesi di Rieti.

In questo momento storico, oggi, si sta soffrendo una crisi di fede ed un senso di trascendenza. Mons. Lorenzo Chiarinelli ha espresso alcune riflessioni su questi ultimi avvenimenti della Chiesa: dimissioni di Papa Benedetto XVI, dalla maturazione della sensibilità diocesana, soprattutto dopo il Concilio Vaticano II, al significato della rinuncia al pontificato e all’eredità preziosa di Benedetto XVI; inoltre impongono riflessioni profonde i forti messaggi giornalieri di Papa Francesco.

Da un suo articolo pubblicato sul quotidiano “La Voce” di qualche giorno fa: “…Dalla loggia principale della basilica di San Pietro, dinanzi ad una piazza che si è riempita in dieci minuti e che applaude travolta dalla sorpresa e dall’emozione, ecco la voce limpida e carezzevole del card. Jorge Mario Bergoglio divenuto Papa Francesco, che esclama: “Fratelli e sorelle, buonasera!”. La mente e il cuore corrono a Poggio Bustone quando il primo Francesco, semplice e povero, quasi esule dalla sua Assisi, esclamò: “Buon giorno, buona gente”.

Mons. Chiarinelli ha proposto agli ex alunni un successivo incontro per approfondire le riflessioni e per scambiare le opinioni di ognuno. Soprattutto dobbiamo voler ammettere che insieme possiamo raggiungere qualcosa che non possiamo raggiungere da soli. Non abbiamo ragione di temere, ma un’abbondanza di ragioni per vivere in speranza e fiducia.

Sono 27 gli incontri gioiosi degli ex-alunni, costanti e tenaci per l’amicizia che li lega e per l’infanzia trascorsa insieme durante un periodo storico ricco di sacrifici, sofferenze soprattutto ambientali (freddo e gelo senza riscaldamenti). Il freddo ha temprato lo spirito per superare tutte le difficoltà che hanno ostacolato il cammino degli ex-alunni.

Al termine dell’incontro sono stati ringraziati tutti per la loro partecipazione. Antonio De Santis ha proposto un plauso ed un ringraziamento agli infaticabili organizzatori Gianni Micheli e Giuseppe Capitani. A loro va il ringraziamento di tutti per la costanza e la tenacia organizzativa sicuri di interpretare il pensiero e la volontà di tutti gli ex-alunni anche quelli che non sono riusciti ad essere presenti.

Sono stati presenti don Sesto Vulpiani, don Luigi Tosti, don Nazzareno Nicolai, don Sante Gatti, don Americo Maioli e Cesare Valentini, Paolo Righi, Luciano Gatti, Elio Crescenzi, Roberto Maggi, Antonio De Santis, Luigi Piccari, Fabio Dionisi, Vito Masci, Domenico Monaco e tanti altri…

Rispondi